A mio cugino

 

Gigi risvegliati da questo tuo sogno,

di punizioni non hai più bisogno,

alzati e cerca la via della luce che nel regno

lei ti conduce.

Lascia alla terra queste spoglie

Che son soltanto lamenti e doglie,

lasciale andare, svanire nel vento

fa che il tuo cuor ritorni contento.

Perdona la vita, perdona te stesso,

Lui da lassù ti ama lo stesso.

Ti vuole così come figlio che sbaglia

Perché la vita è una grande battaglia,

fatta di errori, di strade sbagliate ma poi alla fine

E’ la che tornate,

a battere i pugni per aprir quella porta

che mostra la via e ciò che conforta.

Lascia tutto in questo momento,

fatti cullare dal senza tempo,

vai e corri libero finalmente

senza colpe nel tuo presente.

Lascia le lacrime a noi e il ricordo

Di quegli occhi belli e del “ non sono d’accordo”.

Lasciale a noi e corri nel vento

A piedi nudi e col cuor contento.

Apri la porta, trova la via

Scorda sto tempo e Cosi Sia!

PETRICIG TIZIANA